lunedì 19 agosto 2013

TESTIMONIANZA DI ELISA

Care mamme e cari genitori,
mi chiamo Elisa, ho 28 anni, sono di Genova e, da poco, mamma di una bellissima bambina.
Mi farebbe piacere raccontarvi lo splendido percorso di questa mia prima gravidanza perché, indipendentemente dal dove vorrete partorire (ospedale, casa del parto, casa vostra), un’esperienza come quella che ho avuto la fortuna di vivere, la consiglio a tutte!









Dopo aver verificato dalla ginecologa, con un’ecografia, l’inizio della gravidanza, a 7 settimane, io e mio marito Marco abbiamo scelto di voler iniziare un percorso meno medicalizzato e più naturale, seguiti da due ostetriche genovesi.
A partire da questo momento le due ostetriche mi hanno accompagnata durante i mesi della gravidanza, invitandomi a corsi di yoga, rilassamento, nuoto, tenuti da loro stesse e proponendo a me e Marco il corso pre-parto dal 4° mese di gravidanza.
Un corso intimo, con poche coppie presenti e ricco di argomenti utili, affrontati con cura e attenzione, per una crescita di coppia nell’attesa della nascita ... assicuriamo che fare questo corso presto, ha tanti vantaggi (tra i quali l’essere massaggiate per 5 mesi dal marito che dopo aver imparato le tecniche migliori, non può più sottrarsi!).

La mia unica visita ginecologica rimane quella di cui ho parlato all’inizio perché abbiamo valutato, di coppia, che le 3 ecografie consigliate dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) fossero più che sufficienti, perciò abbiamo atteso sino all’ecografia morfologica per vedere la nostra cucciola e a tempo debito abbiamo fatto l’accrescimento.
E in tutti quei mesi di attesa cosa abbiamo fatto?
Oltre a tutte le occasioni di incontro con le ostetriche di cui vi ho detto, ogni mese abbiamo ricevuto da loro una visita a domicilio, con tutte le dovute attenzioni per me e la bambina, rendendo partecipe attivamente il papà che ha avuto quindi la possibilità di vivere con me la gravidanza.
La visita ostetrica è completa e scrupolosa, con attenzione anche all’aspetto psicologico della mamma e della coppia, nulla di meno, quindi, rispetto a quella ginecologica, a mio avviso carente in questi punti, eccetto che, ovviamente, non si sottopone il feto a ecografie e ultrasuoni continui.

In questo percorso i genitori imparano la meraviglia dell’Attesa e prendono confidenza con la pancia: toccandola e massaggiandola, la mamma prende coscienza di sé, delle trasformazioni del suo corpo ed entra in sintonia con il suo piccolo semplicemente ascoltando!

Questo accompagnamento ci ha supportato in molte occasioni con un confronto continuo, dandoci la possibilità di fare da soli scelte consapevoli e responsabili.
Ci tengo a precisare che l’aspetto medico, in queste visite, non è assolutamente tagliato fuori, ma resta ragionevolmente circoscritto a quello di cui si ha veramente bisogno, e tutto ciò fa vivere la gravidanza con molta rilassatezza e serenità.

La scelta più bella che si possa fare, secondo noi, è quella di rimanere a casa per tutto il tempo del travaglio seguiti dalle ostetriche e farsi poi accompagnare all’ospedale al momento opportuno...una cosa davvero eccezionale, di cui non conoscevamo neanche la possibilità.

Concludo con un piccolo consiglio a tutti voi che cercate una gravidanza o che già sapete che diventerete genitori: cercate intorno a voi, aprite gli occhi, informatevi, pretendete il meglio, non fermatevi e non lasciate quelle che dovrebbero essere vostre decisioni, nelle mani di un medico che detta il da farsi come una ricetta per la torta!
Siate, da subito, genitori responsabili.

Care mamme, sappiate che un’ostetrica al vostro fianco è come avere un angelo custode!
Cercatele, e anche se non fossero presenti nella vostra città, amano tanto il loro lavoro che sicuramente troveranno il modo per assistervi, anche da più lontano.

Auguro a tutti voi un felice cammino di gravidanza e colgo l’occasione per ringraziare ancora una volta i nostri due angeli Teresa e Alessandra!

Un saluto
   Elisa




2 commenti:

  1. Interessante....ma quanto costa tutto ciò?

    RispondiElimina
  2. Le visite a domicilio costano 50 euro . L' accompagnamento al travaglio ha dei costi che comprendono la reperibilità di 24 ore su 24 ,la chiamata e si calcola a ore.Si può scegliere anche solo a chiamata ma senza reperibilità garantita. Il costo può variare dai 300-400 euro agli 800. Tutto fatturato e detraibile ovviamente. Di solito noi preferiamo sempre parlare di persona.

    RispondiElimina